Orari di Qualcosa in più…

Ri-apriamo con: Qualcosa in più...

ORARI DI APERTURA DI “QUALCOSA IN PIÙ”:

Lunedì: 15 – 18.30
Martedì, Mercoledì, Giovedì: 9 – 12.30 | 15 – 18.30
Venerdì: 9 – 18.30 (orario continuato)
Sabato: 9 – 12.30 | 15 – 18.30
Domenica: chiuso

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=2824

Feb 19 2018

RISCRIVERE LA SPERANZA
Antonio Piotti e Roberta Invernizzi
Ed. San Paolo

Riscrivere la speranza di Antonio Piotti e Roberta Invernizzi di Ed. San PaoloIl suicidio è, nel mondo, la seconda causa di morte sotto i 20 anni e in Italia, ogni anno, il 12% di decessi legati a questo gesto estremo riguarda giovani e giovanissimi.

Nonostante ciò, nelle nostre scuole non esistono modelli di intervento e di prevenzione mirati e negli stessi ospedali i tentativi di suicidio finiscono per essere sottostimati.
Spesso ci si limita a procedure di controllo che eludono le domande davvero importanti: da dove viene il desiderio di morte?
Quali pensieri si agitano nella mente di un adolescente che vuole morire e come è possibile affrontarli?

La storia di Amina, raccontata in queste pagine, non offre le risposte a tutte le domande, ma è una straordinaria opportunità di conoscere, attraverso le vicissitudini di un caso clinico, la sofferenza profonda di una ragazza sopravvissuta ad un tentativo di togliersi la vita.

Amina, infatti, era seguita da un’équipe di professionisti già da prima del suo gesto, e durante e dopo il ricovero successivo al mancato suicidio è stata accompagnata dagli stessi operatori; si tratta, forse, di un caso unico al mondo.

Come scrive Gustavo Pietropolli Charmet nella sua Postfazione, queste pagine permettono di “assistere al momento in cui un’adolescente lacera e confusa si alza dal letto della cura e della disperazione, si rimette in piedi, zoppa e più incerta di prima, e invece di dirigersi verso la finestra apre la porta di casa e se ne va. Poi si vedrà”.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=3758

Feb 19 2018

DIO C’È…PER DAVVERO!
Maurizio De Sanctis
Ed. Paoline

Dio c'è... per davvero! di Maurizio De Sanctis di Ed. PaolineSulla scia del successo de Il Piccolo principe della misericordia.
Fiaba per adulti dal cuore di bambino, pubblicato in occasione dell’Anno Santo della misericordia, è stato chiesto a padre De Sanctis di sviluppare un racconto sul tema della fede adatto a un pubblico giovanile.
Gli è venuto «di getto» di raccontare la sua personale vicenda umana e spirituale, il suo percorso di fede, utilizzando un linguaggio evocativo e coinvolgente.
Il tutto accompagnato da disegni vivaci e orientati ad arricchire la narrazione.
Il testo è suddiviso in 10 brevi capitoli, che ripercorrono le tappe dell’esperienza formativa dell’Autore mettendo in rilievo la presenza di Dio e il personale cammino alla scoperta del senso della vita e della sua vocazione di ballerino e di sacerdote.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=3756

Feb 14 2018

COME LA CHIESA FINI’
Aldo Maria Valli
Ed Liberilibri

Come la chiesa finì di Aldo Maria Valli di Ed. LiberilibriUn racconto distopico.

Nel Mondo Finalmente Unificato non c’è libertà e non ci sono religioni.

Il Regime universale imposto da Coloro che Amano assicura una stabilità che è totale asservimento.

La causa di tale involuzione è il progressivo dissolversi della Chiesa cattolica.

Essa infatti, in nome di un malinteso senso dell’apertura, non più baluardo a difesa della verità, ha intrapreso un percorso di adesione alle idee dominanti.

Non ne avremmo memoria se un isolato testimone, il Cantore Cieco, sfidando i ferrei controlli del Regime, non avesse deciso di narrarne la storia.

Veniamo così a conoscere le vicende che hanno determinato la conversione della Chiesa cattolica nella Nuova Chiesa Antidogmatica, così conciliante ed ecumenica da giungere a proclamare il Superdogma del Dialogo.

Vicende che, scandite dal succedersi di papi tutti curiosamente di nome Francesco, conducono a un risultato inevitabile: la fine della Chiesa.
O almeno così sembra.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=3737

Feb 12 2018

LE DONNE E LA RIFORMA DELLA CHIESA
Cettina Militello – Serena Noceti
Ed. Dehoniane

Le donne e la riforma della chiesa di Cettina Militello e Serena Noceti di Ed. DehonianeModulato nella successione di “Sognare la riforma”, “Riforme nella Chiesa”, “Riforme per la Chiesa”, “Riforme di Chiesa”, il volume percorre il contributo dato dalle donne all’istanza di riforma nell’arco del secondo millennio.

Si tratta di riaccostare le utopie del passato remoto, così come del presente (La città delle donne, le donne della Riforma, la “Chiesa delle donne”), e di costatare le riforme promosse nella Chiesa dalle donne in età medievale, moderna, contemporanea (le donne del modernismo); di verificare l’incidenza dei progetti delle donne nella loro carica riformatrice a partire dalla profezia dei bisogni (la vita religiosa attiva), l’associazionismo femminile, le nuove ministerialità.

Infine viene proposta la Riforma come istanza carismatica di conversione (M. Maddalena de’ Pazzi) e come istanza di trasformazione strutturale.

Il tutto nel quadro introduttivo, formulato da C. Militello, che spiega l’articolazione del volume, e di S. Noceti, che legge la riforma dialogando con le scienze sociali e le loro categorizzazioni.

La conclusione, ancora a due mani, brevemente raccoglie quanto presentato e prova a disegnare un progetto operativo di riforma, nel quale interagisca una prospettiva di genere. Il principio ispiratore è che le donne hanno avvertito l’istanza della riforma, l’hanno promossa e talora messa in atto e di ciò occorre avere memoria.

Le donne possono anch’esse interagire in un progetto di riforma efficace davvero, solo nella consapevolezza che la Chiesa è fatta di uomini e di donne e che la vera riforma passa anche dal reciproco riconoscimento e da un impegno e un progetto sinergico degli uni e delle altre. Il che comporta il coraggio di pensare in modo inedito la Chiesa del futuro.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=3735

Feb 12 2018

NON E’ UNA FEDE PER VECCHI
Claudio Cristiani
Ed. Dehoniane

Non è una fede per vecchi di Claudio Cristiani di Ed. DehonianeI giovani di oggi potrebbero essere la «prima generazione dei nuovi credenti».

È questa la tesi centrale del libro, sviluppata con un’attenzione tutta particolare per le straordinarie potenzialità dei ragazzi rispetto a una fede che sembrano rifiutare ma che, in realtà, spesso semplicemente ignorano.

E se invece riuscissero a conoscerla?
Se si lasciassero veramente interrogare da un messaggio che si offre di rispondere alle loro attese più profonde?

«Saremmo di fronte a una vera e propria “conversione”, che forse avremmo difficoltà ad accogliere o che addirittura, per certi versi, temiamo, perché richiederebbe anche a noi un cambiamento al quale non siamo preparati», scrive Silvano Fausti nell’introduzione.

«La nascita di una generazione di nuovi e più autentici credenti interrogherebbe ancora una volta e in modo ancor più esigente noi tutti circa la vera natura della fede, costringerebbe a prendere una posizione non più scontata».

Il libro propone una riflessione che può rivelarsi utile soprattutto a chi è impegnato a trasmettere il Vangelo alle nuove generazioni e per farlo si sforza continuamente di capire che cosa agita il cuore dei giovani rimanendo in dialogo costante e aperto con la Scrittura.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=3733

Post precedenti «