Archivio Mensile: maggio 2018

Mag 24 2018

UN PAESE, UN SANTO
Claudio Dolcini – Marco Roncalli
Ed. Morcelliana

Un Paese, un Santo di Claudio Dolcini e Marco Roncalli Ed. Morcelliana
Questo libro vi invita a visitare Sotto il Monte Giovanni XXIII, paese natale del Papa che ha voluto il Concilio, oggi santuario a cielo aperto.

Testi e immagini aiutano a scoprire o a riscoprire non solo le sue radici e i luoghi a lui familiari, ma anche la sua vita e la sua spiritualità, e vi accompagnano mentre vi affacciate con lui alla sua prima “finestra sul mondo”.

Guardando attraverso di essa con i suoi occhi e il suo cuore, attingendo a quella fede che qui ha imparato a respirare.

E l’ha reso grande – un santo – davanti a Dio e al mondo.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=4326

Mag 24 2018

Assoluta novità! Prodotti del Monastero di Camaldoli

Prodotti Monastero Camaldoli

Il Sacro Eremo e Monastero di Camaldoli sono locati nella ultracentenaria foresta dell’appennino tosco-romagnolo, la foresta Casentinese in provincia di Arezzo.
L’eremo camaldolese fu fondato tra il 1024 e il 1025 da San Romualdo.

Sempre nell’alveo della tradizione monastica benedettina, Camaldoli coniuga la dimensione comunitaria e quella solitaria della vita del monaco, espresse rispettivamente nel Sacro Eremo e nel Monastero che formano una sola comunità.

Il tradizionale stemma, formato da due colombe che si abbeverano ad un solo calice, esprime simbolicamente questa comunione nella diversità alimentata dal rapporto con Dio.

Per naturale vocazione Camaldoli ha svolto e svolge funzione di ponte fra le tradizioni monastiche di oriente e di occidente. Con il Concilio Vaticano II è tornata ad essere luogo di incontro privilegiato del dialogo ecumenico e interreligioso.

Oggi è famosa anche per i suoi straordinari prodotti monastici realizzati all’interno dell’Antica Farmacia di Camaldoli.

Un po’ per la propria sopravvivenza, un po’ per la cura dei pellegrini, Camaldoli ha sviluppato una larga gamma di prodotti alimentari, liquoristici e cosmetici senza pari nella storia del monachesimo mondiale. Basta citare un unico prodotto: il Laurus 48.

I monaci camaldolesi si inseriscono all’interno della tradizione benedettina come studiosi della natura e custodi della foresta.
Nel corso dei secoli hanno catalogato e studiato la flora e la fauna del territorio in cui si sono instaurati.

In particolari sono diventati profondi conoscitori delle proprietà curative delle erbe aromatiche.

Il loro sapiente utilizzo veniva trasformato in medicinali o meglio elisir utili alla cura dei pellegrini che ospitavano senza nessuna discriminazione all’interno dei loro ospitali e questa fu la prima forma di ospedali.

Fu grazie al movimento monastico se oggi esistono gli ospedali e gli straordinari liquori figli della sapiente attività erboristica.

In negozio trovate:

liquori (nocino, laurus, tonico, elisir dell’eremita, amaro rabarbaro), tisane, miele, cioccolato, caramelle.

È possibile confezionare cesti regalo per diverse ricorrenze.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=4341

Mag 21 2018

QUALE SARÀ IL MIO POSTO NEL MONDO?
Massimo Orlandi – Paolo Ciampi
Ed. Romena

Quale sarà il mio posto nel mondo? di Massimo Orlandi e Paolo Ciampi Ed. Romena
In questo libro quattro testimoni speciali del nostro tempo, Brunello Cucinelli, imprenditore, Luigi Dei, Rettore dell’Università di Firenze, Luigino Bruni, economista e Walter Veltroni, personaggio politico di primissimo piano, si fanno nostri compagni di viaggio raccontandoci come sono riusciti a trovare se stessi e il loro ruolo nel mondo, offrendoci strumenti e consigli preziosi per condividere la loro esperienza.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=4315

Mag 21 2018

LA CONDIZIONE GIOVANILE IN ITALIA
Istituto Giuseppe Toniolo
Ed. Il Mulino

La condizione giovanile in Italia di Istituto Giuseppe Toniolo Ed. Il Mulino
Quanto valgono i giovani italiani? Che valore ha la loro formazione? Quanto sono valorizzati nel mondo del lavoro? Quali sono i valori trasmessi dalle generazioni precedenti? Quanto e come sono interiorizzati e rielaborati dalle nuove generazioni? Quali nuove sensibilità, invece, sono capaci di esprimere? Il confronto multiculturale, l’impegno civile, la dimensione sessuale e riproduttiva, la sfera spirituale, come sono da loro vissuti e interpretati? Il filo conduttore della quinta edizione del Rapporto Giovani è costituito dai valori, nella loro declinazione più ampia.

Oltre ad aggiornare il quadro sulla condizione delle nuove generazioni, su come affrontano gli snodi della transizione alla vita adulta e le implicazioni sociali ed economiche che ne conseguono, la ricerca annuale condotta dall’Osservatorio dell’Istituto Toniolo continua a essere il principale riferimento empirico sul mondo giovanile.

Asse portante ne sono i dati della principale indagine nazionale su desideri, atteggiamenti e comportamenti degli under 35.

La prospettiva longitudinale, la dimensione internazionale, la combinazione tra survey rappresentative e social media data ne fanno un luogo privilegiato di riflessione sulla realtà complessa e in continuo mutamento dei giovani italiani ed europei.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=4307

Mag 21 2018

SENZA RICETTE
Marco D’Agostino
Ed. San Paolo

Senza ricette di Marco D'Agostino Ed. San Paolo
Coloro che oggi sono impegnati nella missione educativa fanno i conti con un dato di fatto: i vecchi approcci funzionano a fatica.

I giovani cercano proposte che li aiutino a compiere le loro scelte senza imporsi e senza tappe preconfezionate, specialmente nell’ambito del discernimento vocazionale.

Don Marco D’Agostino ricorre all’efficace metafora della cucina per immaginare un nuovo approccio educativo.

Invita quindi i cuochi di oggi a mettere da parte le vecchie ricette, a esplorare la loro dispensa, a portare sul tavolo anche gli ingredienti meno noti, a mescolarli in maniera originale tenendo presenti intolleranze e allergie, a usare i guanti quando la teglia è calda, a lasciarsi sorprendere da piatti speciali.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=4317

Post precedenti «

» Post successivi