«

»

Set 26 2014

Ritrovare se stessi, ecco come

martini

“Il giardino interiore” (Piemme) è uno dei più illuminanti scritti del cardinal Martini dedicato alla necessità di conoscersi e accettarsi. Non è facile capire ciò che vogliamo nel profondo. Aspiriamo a troppe cose diverse, talvolta anche opposte e contraddittorie fra loro. Nella vita di ogni individuo dev’esserci un momento per fermarsi; ritrovare se stessi come “esseri pensanti” è la via privilegiata della spiritualità, una via che ci salva dal non-senso e che può essere praticata da tutti, credenti e non credenti. Come dice il Cardinal Martini: “Coltivare la propria interiorità significa trasformare la vita in un’avventura di crescita e di bellezza. Coltivare la propria interiorità è praticare la ‘spiritualità del desiderio’: capire quel che vogliamo e avere il coraggio dei propri desideri”. Quello interiore è un giardino che tutti dovremmo coltivare con cura, e questo libro ci insegna come fare, con pazienza e determinazione. Auguriamo una buona lettura a tutti.
 

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=2048