Archivio Tag: Chiarelettere

Gen 18 2019

PRIMA CHE GRIDINO LE PIETRE
Alex Zanotelli
Ed. Chiarelettere

Prima che gridino le pietre di Alex Zanotelli Ed. Chiarelettere

“Mi diranno che faccio politica? La vita di ogni giorno è politica. Ogni nostra scelta è politica.”
Alex Zanotelli

Questo libro racconta il razzismo di ieri e soprattutto di oggi, potente macchina del consenso.

Missionario e attivista – da sempre convinto che “Dio è schierato, è il Dio degli oppressi, degli schiavi, dei poveri” –, Alex Zanotelli compone uno scritto politico che non è solo denuncia del presente ma contributo essenziale di conoscenza.

È il precipitato di oltre cinquant’anni vissuti fianco a fianco con gli ultimi della terra, prima in Sudan poi in Kenya, in una delle infinite baraccopoli di Nairobi. È sorprendente leggere il racconto della quotidiana distorsione dei fatti, di cui ormai siamo vittime, spesso inconsapevoli.

È decisivo restituire una storia ai popoli in fuga, per capire quello che sta succedendo, perché di quella storia siamo responsabili.

Ricordando la “santa collera” del pastore luterano Kaj Munk; il Sanctuary Movement che, a partire dagli Stati Uniti, ha trasformato le chiese in rifugi protetti; il primo sciopero dei braccianti africani, guidato dallo studente di ingegneria e lavoratore nei campi Yvan Sagnet, fino all’esperienza di Riace, Zanotelli tira le fila di un’Italia impegnata e rilancia con forza il valore politico della disobbedienza civile.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=5721

Apr 06 2017

L’INUTILE FARDELLO
Ortensio da Spinetoli
ed. Chiarelettere

L'inutile fardello di Ortensio da SpinetoliCome ogni libro di padre Ortensio, anche questo susciterà scandalo, scalpore. Fonte di polemiche e censure e si aggiungerà ai tanti testi vivamente sconsigliati da chi ha paura di tutto ciò che è nuovo.

Una ricerca appassionata, paziente, vitale, mai paga di certezze stabilite una volta per tutte. Questa la teologia che ha praticato Ortensio da Spinetoli, uno dei più profondi e inascoltati teologi italiani. Isolato, processato dal Santo Uffizio, allontanato dall’insegnamento per i suoi libri e le sue lezioni, Ortensio non ha mai gettato la spugna, convinto che leggere e interpretare i testi sacri non fosse questione di autorità, ma di competenza. Forte di questa consapevolezza, ha affrontato con coraggio e determinazione alcuni concetti teologici che sono un tabù per la maggioranza dei credenti. Il peccato originale (di cui Gesù mai ha parlato), l’ultima cena, l’Eucarestia, la verginità di Maria, il sacrificio della messa, la mistica del patire, le basi stesse della dottrina cattolica sono indagate da Ortensio da Spinetoli con il rigore e la profondità che solo uno spirito libero può avere.

Questo libro, un gioiello di sintesi e intelligenza che viene pubblicato postumo, è un omaggio alla teologia come impresa scientifica sempre aperta a nuove scoperte e brillanti intuizioni. Un manifesto per un salutare rinnovamento teologico della chiesa, mai come oggi necessario. Una Chiesa che per Ortensio è ancora ferma ai pensatori medievali.

Comunque… una sfida intelligente da raccogliere.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=2910