Archivio Tag: EDB

Lug 14 2017

BAD FAITH
CATTIVA FEDE
Ken Follett
EDB

Bad faith Cattiva fede di Ken Follett

L’essere nato in una famiglia gallese appartenente a una denominazione protestante particolarmente rigorosa ha segnato in maniera indelebile il rapporto di Ken Follett con la religione. Il giovane Ken iniziò a trasgredire le ferree regole del puritanesimo non appena possibile.

Questa la cattiva fede, bad faith, che caratterizza la sua giovinezza e che è stata raccontata in questo libro. Sarà all’università, dopo il confronto con Platone, Cartesio, Marx e Wittgenstein, che si ritroverà infine ateo, anzi, ateo arrabbiato. Ma qualcosa ultimamente è cambiato…

Il volume ha anche il testo inglese.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=3218

Lug 14 2017

CONNESSI E SOLITARI
Dario Edoardo Viganò
EDB

Connessi e solitari di Dario Edoardo Viganò

Un libretto semplice, immediato, profondo e… utile per “stare sul pezzo”.

L’autore, certamente competente, offre provocazioni e spazi di approfondimento capaci di mettere in moto una ricerca “esistenziale”.
Di fatto è in gioco qualcosa di davvero importante: la relazione. Quello spazio significativo di tempo e passione che permette di scoprire e accogliere l’altro, di tessere davvero una rete di socialità positiva e generativa.

Un testo veloce che invita a “metterci la faccia” proprio come frutto di una giusta comprensione del valore dei social.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=3214

Mag 25 2017

TEOLOGIA PASTORALE
Giovanni Villata
EDB

Teologia pastorale di Giovanni Villata

Estate: tempo opportuno per approfondire argomenti, convinzioni, scelte.
E la pastorale è un argomento interessante.
Il rischio del “pastoralume” è sempre in agguato. E colpisce anche i ministri della Chiesa.
Oggetto della pastorale è il qui e ora della storia, il metodo si occupa della prassi nell’attualità. Vuole favorire l’opportunità d’incontro dell’uomo con Dio e di Dio con l’uomo in preciso e determinato tempo storico.
“Come” la comunità cristiana può oggi annunciare, celebrare, testimoniare il Vangelo del Rogno: questa la ricerca. Scrittura, tradizione, Magistero esprimono fedeltà ai segni dei tempi, alle sfide che di volta in volta la situazione sociale, culturale e ecclesiale pone.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=3116

Apr 28 2017

L’ORSO E LA SUORA
Timothy Radcliffe
EDB

L'Orso e la Suora di Timothy Radcliffe

Pagine originali, immediate, profonde, lungimiranti, essenziali per offrire spunti di riflessione sul senso della vita religiosa e sulla sua potenziale capacità di suggerire una storia alternativa al mercato e alla sopraffazione dei potenti sui deboli.
“Esistono ferite così profonde che soltanto la bellezza può guarire” afferma il teologo domenicano Timothy Radcliffe e aggiunge: “Di fronte a certe sofferenze, la speranza può essere espressa soltanto dall’arte”.

Il libro crea uno spazio di riflessione intelligente per i religiosi e le religiose, offre spunti di approfondimento e azione nelle relazioni con la Chiesa locale e la vita della parrocchia.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=3030

Mar 31 2017

LA LAVANDA DEI PIEDI
Adriana Destro, Mauro Pesce
EDB

La lavanda dei piedi di Adriana Destro, Mauro PesceUn gesto eversivo che ritroviamo nella liturgia del Giovedì Santo.
Dal rito alla vita perché provochi continuamente le relazioni e lo stile, dalla vita al rito perché rigeneri continuamente la vita. L’attesa è quella di un’umanità nuova.
Nel capitolo 13 del Vangelo di Giovanni gli autori ci conducono per mano alla riscoperta per un verso alla riscoperta di un gesto antico per il quale gli schiavi o le donne lavavano i piedi al padrone di casa e agli ospiti di riguardo, al momento dell’ingresso in casa, per un altro verso mettono in luce l’estrema importanza della figura dello schiavo impersonato da Gesù all’interno del processo d’iniziazione religiosa che Giovanni mette in scena. Il tutto si compie in un’analisi antropologica dell’azione di Gesù intesa come rito di inversione.
Un percorso avvincente per chi, nel gesto del giovedì santo, sarà chiamato a ricomporre la comunità cristiana attorno alla mensa del Signore. A chi presiede questo rito il compito di tradurlo nel segno.

Un dono interessante ai sacerdoti della comunità.
Una provocazione al modo di celebrare del presbitero.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=2884

Post precedenti «