Archivio Tag: Feltrinelli

Lug 16 2019

NELLA NOTTE
Concita De Gregorio
Ed. Feltrinelli

Nella notte di Concita De Gregorio Ed. FeltrinelliConcita De Gregorio scrive un romanzo molto ambizioso, che cerca di scovare nel marcio della politica un residuo di interesse spassionato, che miri a migliorare le condizioni dei cittadini meno abbienti.

Ma nei tempi dell’internet la poca politica buona è sovrastata da tre S: sesso, soldi, segreti.

La De Gregorio salva le singole persone nel suo “Nella Notte”, ma non crede più che la politica possa cambiare. Solo rinunciare al potere può portare qualche cambiamento evidente, ma andiamo per ordine.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=6011

Lug 16 2019

TUTTO SARÀ PERFETTO
Lorenzo Marone
Ed. Feltrinelli

Tutto sarà perfetto di Lorenzo Marone Ed. FeltrinelliAndrea Scotto cala in un silenzio imbarazzato e intatto quando qualcuno gli chiede della sua famiglia. In “Tutto sarà perfetto”, Lorenzo Marone ci racconta la storia di questo quarantenne single che continua a vivere in un universo di irresponsabilità e guarda da sempre al suo nucleo di origine come la causa assoluta di tutti i suoi mali.

Il padre Libero, ottantenne e ormai malato, ex comandante di navi viene guardato a vista dalla sorella di Andrea, Marina, una donna con un grave problema di controllo, secondo il fratello. Fino ad ora Andrea Scotto non ha avuto grandi responsabilità all’interno della famiglia, ma quando Marina è costretta ad allontanarsi da Napoli per un breve periodo, toccherà ad Andrea fare compagnia al padre e assisterlo nella sua malattia.

Peccato che Libero Scotto abbia un carattere piuttosto difficile e non abbia nessuna voglia di essere trattato come un infermo. Inizia così una trasgressione delle regole totale, che passa dalla abrogazione del divieto di fumo, imposto da Marina al padre, fino alla decisione di andare a fare un giro a Procida. Libero lo chiede ad Andrea come uno dei suoi ultimi desideri, infatti Procida è il suo luogo d’origine, la sua Itaca tanto desiderata.

Qui tra profumi di limoni e di capperi, che crescono selvaggi, questi due uomini si ritroveranno e Andrea potrà finalmente fare i conti con il suo passato. In “Tutto sarà perfetto” la nostalgia e la bellezza dell’isola sono la cornice di un racconto familiare dove l’imperfezione regna sovrana, ma permette di crescere.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=6009

Giu 27 2018

SALVEZZA
Marco Rizzo – Lelio Bonaccorso
Ed. Feltrinelli

Salvezza di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso Ed. Feltrinelli

L’Aquarius è la nave bianca e arancione con cui gli operatori di SOS Mediterranée e Medici senza frontiere soccorrono i migranti al largo della Libia: l’arancione è il colore dei giubbotti di salvataggio, è il colore di una speranza.

Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso sono stati a bordo per tre settimane, raggiungendo il cuore del Mediterraneo. In quel tratto di mare dove barconi e gommoni stracolmi di uomini, donne e bambini disperati possono incontrare la salvezza. O la morte.

Questa storia nasce dalle testimonianze raccolte da Marco e Lelio. Ci sono loro stessi, con i loro volti e le loro emozioni, ma soprattutto ci sono i viaggi di chi ha percorso il deserto in cerca di una vita migliore, le denunce di chi fuggiva dalla guerra ed è rimasto prigioniero in Libia, i racconti di chi ce l’ha fatta e i sorrisi di chi ha salvato loro la vita.

“Salvezza” è un’opera di graphic journalism nata sul campo. Un duro, realistico e poetico promemoria. Ma soprattutto, di fronte alla peggiore strage del nostro tempo, è un invito a restare umani.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=4584

Giu 27 2018

ORRORE
Pietro Grossi
Ed. Feltrinelli

Orrore di Pietro Grossi Ed. Feltrinelli

Tutto ha inizio con una casa nel bosco. Una casa apparentemente abbandonata. Al suo interno, polvere e muffa dappertutto, a eccezione di alcuni angoli lindi e scrupolosamente ordinati.

E poi una maschera demoniaca di cartapesta, il disegno di un bambino che sembra appeso al frigo da qualche giorno soltanto, forniture ospedaliere. Al piano superiore, una maschera ancora più inquietante, ricavata da una tanichetta opaca.

L’intera casa urla che qualcosa di sinistro accade fra quelle mura, ma cosa?

Il protagonista e sua moglie sono appena rientrati in Italia per Natale: vivono a New York, e da poco è nato il loro bambino. Sono immersi nell’atmosfera morbida di quei primi mesi e approfittano delle vacanze per rivedere i vecchi amici.

È allora che, seduti al tavolo di un ristorante, Diego e Lidia raccontano loro della misteriosa casa. Lui in particolare li ascolta con attenzione: è uno scrittore in cerca di storie e viene subito attratto dalla possibilità di trovare materia per un romanzo.

Durante le vacanze il pensiero torna continuamente alla casa, perciò – quando è il momento di rientrare negli Stati Uniti – la moglie gli propone di restare, da solo, a fare qualche ricerca. Accettando, lui progetta di prendersi giusto un paio di settimane.

Ma quel mistero è così inesplicabile, qualcosa lo attrae così visceralmente, che il tempo e le distanze – la distanza dalla sua famiglia, ma anche quella dal se stesso che credeva di conoscere – si spalancano.

Gli appostamenti davanti alla casa diventano infatti – giorno dopo giorno, notte dopo notte – qualcos’altro, come se lo sguardo si spostasse dall’esterno al centro di sé.

Pietro Grossi, scrittore inquieto e penna precisa come un bisturi, vira verso l’horror, immergendoci in ombre popolate da paure striscianti, inesprimibili, per farci poi precipitare nell’abisso. Senza più alzare gli occhi dalla pagina.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=4586

Giu 25 2018

LA FELICITÀ DEL CACTUS
Sarah Haywood
Ed. Feltrinelli

La felicità del cactus di Sarah Haywood Ed. Feltrinelli

Susan Green adora l’efficienza e la pianificazione con buona pace di famiglia e colleghi, che la trovano fredda e difficile da avvicinare.

Ma la vita di Susan ha perfettamente senso per Susan ha un appartamento a Londra tagliato su misura sulle sue esigenze, un lavoro che soddisfa la sua passione per la logica e un accordo del tutto civile e congeniale che le garantisce adeguati stimoli culturali, e non solo, senza ricorrere a inutili sdolcinatezze.

Guai perciò a tentare di abbozzare un qualsiasi coinvolgimento emotivo e accorciare le distanze: Susan punge, come i cactus che colleziona.

Eppure, si sa, la vita sfugge a ogni controllo. Perciò quando Susan si trova a dover fronteggiare i due eventi più imprevedibili di tutti – un lutto e una gravidanza – il suo aplomb inizia a vacillare.

Tutto il mondo sembra impazzito, sia dentro che fuori di lei. Mentre, suo malgrado, si scopre a sorridere come una sciocca svenevole davanti a un banale referto medico, suo fratello Edward, che non ha mai combinato niente nella vita, finisce per ereditare quasi tutti i beni di famiglia.

Ma proprio quando Susan inizierà a capire di non poter fare tutto da sola, riceverà aiuto dalle persone più insperate.

E l’inflessibile femminista di ferro, la donna combattiva e spinosa come i suoi cactus, si troverà a fiorire.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Permalink link a questo articolo: http://www.buonastampa.it/wordpress/?p=4598

Post precedenti «